L. Freud - ReflectionScrivere mi costa fatica. Non ho pensieri fluidi ma una rumorosa corrente che trascina grumi e croste.
Mi sforzo di dare forma al granito con scalpelli spuntati e vecchiaia nelle braccia. Per questo ciò che scrivo assomiglia allo sputo, alla difficile polluzione senile, a una bava di umori senza repliche.
Non ho mai avuto la stoffa dello scrittore e neanche la sua penna. Le muse che guidano lui, di me ridono. Ma io non confeziono organze che vendo per broccati. Io forgio piccoli talenti, moneta contante che conio con la mia faccia e il mio nome.

Aggiungi commento
  • Nessun commento trovato